La cannella non va bene solo a Natale, per i biscotti alla cannella e per il vin brulè, no, la cannella può fare molto, molto di più! Leggi le sue caratteristiche positive, la pianta, la sua storia, l'impatto e gli usi.

Le qualità positive della cannella
La cannella ha semplicemente un buon odore e raramente c'è chi non ama il profumo della cannella. Oltre a distribuire la brezza esotica della cannella, promuove anche un piacevole benessere. Perciò non sorprende il fatto che migliaia di anni fa le persone cercassero di usare la cannella come qualcosa di più che una spezia.

Era già noto nell'antichità che la cannella avesse un effetto antibatterico e antifungino e che emanasse un profumo fragrante, così che semplicemente la sudorazione del piede e l'odore sgradevole di piedi non vengono emanati. Inoltre, la cannella mantiene i piedi belli e asciutti e previene anche il piede d'atleta e i talloni screpolati. La produzione delle prime scarpe fatte di cannella risale a circa 2000 anni.

Da tempo immemorabile, si dice che la cannella abbia proprietà che sono benefiche per l'amore. Per questo motivo, il saggio re Salomone cosparse le sue stanze con mirra, aloe e essenza di cannella per ravvivare le notti d'amore. Nella regione persiana venivano usati unguenti alla cannella e miele per rafforzare il desiderio e la virilità.

Nel Medioevo
La cannella, come la maggior parte delle spezie dell'Estremo Oriente, aveva un posto fisso nella medicina medievale. Perciò, si diceva che la cannella avesse energie forti e molto calde, che riducevano le imperfezioni e inducevano i poteri curativi propri del corpo. Si pensava che chiunque avesse sofferto di gotta o malaria dovesse bere vino caldo alla cannella ogni giorno. Nel 16 ° secolo, la cannella divenne la fragranza degli zar. Il dottore inglese Jacob Frenscham fu inviato dalla regina Elisabetta alla corte dello zar Boris Godunov. Portò con sé una scorta di medicinali benefici. Tra le altre cose, c'erano anche alcuni prodotti alla cannella. Questo zar avrebbe avuto l'abitudine di usare Kanelbrantwein (brandy alla cannella) per il resto della sua vita stravagante.

Era moderna
Nel ventesimo secolo, per il mal di stomaco, il trattamento consisteva in un denso porridge di riso con molta cannella e poco zucchero. La cannella aveva spesso il compito di agire come astringente. Inoltre, la cannella forniva un buon riposo notturno. Lo stomaco e la flora intestinale rispondono molto bene alla cannella quando si sentono gonfi e flatulenti. La cannella ha anche un effetto molto positivo sui problemi di stomaco. Per alleviare questi sintomi, è sufficiente prendere un cucchiaino di cannella in polvere. La cannella è anche appetitosa.

La cannella può anche aiutare con la tosse, il mal di gola e l'infiammazione, poiché la cannella inibisce la crescita di batteri e funghi e ha proprietà antibiotiche e antibatteriche. Il tè alla cannella ha un effetto calmante sul mal di gola, la tosse o il naso che cola. Se masticata a fondo o in forma di polvere, la cannella è anche efficace contro i disturbi nervosi e la depressione.

Nel complesso, la cannella può avere un effetto disinfettante, anticonvulsivo, che favorisce la circolazione, calmante e migliorativo per l'umore. La cannella può anche aiutare con l'infiammazione, i reumatismi, il mal di schiena, i raffreddori e i dolori.


Ayurveda

Nell'Ayurveda, la cannella ha uno stato ancora più elevato - è raccomandata con il cibo per trattare alcuni disturbi (ad esempio, i sintomi della menopausa). Nella medicina tradizionale cinese, la cannella è usata come rimedio, ad esempio per i brividi, la tensione e l'insufficienza circolatoria. La cannella è usata in aromaterapia, principalmente per i suoi effetti rinvigorenti, riscaldanti e stimolanti per l'ispirazione e la creatività.

Per le sue proprietà disinfettanti, la cannella è consigliata come additivo per le soluzioni per le fontana, le solette, le scarpe estive e le ciabatte. Con questo, ha - come aldeide di cannella - una capacità repellente per gli insetti.

Particolarmente emozionanti sono stati gli studi che hanno dimostrato che la cannella ha un effetto simile all'insulina attraverso l'ingrediente MHCP e può quindi abbassare il livello di zucchero nel sangue. Per inciso, si sono notati anche degli effetti positivi sui livelli di lipidi nel sangue. Tuttavia, questo effetto non è sufficiente per poterla usare terapeuticamente per trattare i diabetici.


Storia
La cannella è una delle spezie più antiche del mondo ed era coltivata nel 3000 a.C. in Cina come spezia. I cinesi la conoscevano con il nome di Gui e si credeva che avesse potuto conferire l'immortalità. Essi esportavano anche la cannella attraverso l'ex via della seta verso il Medio Oriente. I cinesi non erano gli unici a coltivare la cannella a quei tempi. Una varietà più fine veniva coltivata in quello che è oggi lo Sri Lanka, che a quel tempo portava ancora il nome di Ceylon. Questa varietà di cannella è nota ai più oggi con il nome di cannella di Ceylon.

La cannella è oggetto di numerosi miti e leggende di varie epoche del nostro tempo. I Romani, ad esempio, credevano che la cannella provenisse dagli uccelli cannella e che fosse raccolta nei loro nidi, che venivano abbattuti da coraggiosi cacciatori con un arco e una freccia. Erodoto nel 450 a.C. credeva anche che la cannella crescesse sul fondo dei laghi. Nel Medioevo, la cannella si pensava venisse direttamente dal paradiso e che venisse lavata nelle acque del Nilo. Lì, la cannella veniva poi catturata da pescatori laboriosi.

La cannella era solita essere un segno di esclusività e potere. Nel Medioevo, il commercio di cannella era dominato dai popoli arabi. La strada verso l'Europa centrale era lunga e pericolosa, e ciò influiva sul prezzo e rendeva la cannella quasi inavvicinabile. Motivati dal prezzo elevato, gli europei iniziarono a cercare l'origine della cannella. Fu il navigatore portoghese Vasco da Gama a trovare ciò che stava cercando nell'isola di Ceylon. I portoghesi presero presto il controllo del mercato europeo della cannella e dettarono i prezzi. Nel 1594, il monopolio della cannella in Olanda fu preso dai precedenti conflitti armati. In seguito, l'Inghilterra cercò di mettere le mani su questo commercio redditizio.

Con l'inizio del periodo coloniale, il condimento divenne più economico. L'interesse per il cibo pesantemente stagionato diminuì Europa e, di conseguenza, così fece anche il prezzo. Inoltre, si verificarono degli importanti progressi nella medicina, che fecero dimenticare molte delle spezie. I secoli contrassegnati dalla smania per le spezie esotiche giunsero ad un punto morto. Gli intenditori si affidavano sempre più al caffè, al tè, allo zucchero e al cioccolato più che alle vecchie spezie.

Sin dall'inizio del XIX secolo, quasi tutte le famiglie potevano permettersi un pizzico di cannella. In Europa centrale, la cannella fu presto usata solo per i dolci. Altri usi in cucina e la conoscenza del suo potere di guarigione furono dimenticati. Oggi la cucina e la gastronomia si rivolgono sempre più alla collaudata cannella. Fortunatamente anche la scienza ricorda le molte qualità positive della cannella.


La pianta di cannella - botanica e coltivazione
Il profumo inconfondibile e accattivante e il sapore incomparabile della cannella ha ancora qualcosa di magico, porta un'idea di ricchezza e di mondi lontani. Qualcosa di caldo si attacca ad esso, un tocco di esotismo, anche un pizzico di avventura. Ma cos'è esattamente la cannella? Dove viene coltivata oggi?

La cannella, per dirla senza mezzi termini, non è altro che la corteccia dell'albero di cannella di Ceylon (Cinnamomum verum) o dell'albero di cannella Cassia (Cinnamomum cassia).
La più dolce cannella di Ceylon (Cinnamomum verum), chiamata anche Caneel, è coltivata prevalentemente in Sri Lanka (precedentemente Ceylon). D'altra parte, la cannella Cassia più forte e più acuta (Cinnamomum cassia), che era originaria della Cina, viene ora coltivata in Vietnam, Indonesia e Sumatra.


La coltivazione di alberi di cannella richiede temperature medie di 26-28 ° C e una piovosità annuale di 2.500 mm. Gli alberi di cannella crescono meglio in terreni smossi e sabbiosi, che non trattengono l'umidità. La raccolta avviene alla fine della stagione delle piogge. Mentre nella cannella di Ceylon, la corteccia viene staccata solo dai teneri germogli di radice e gli alberi vengono mantenuti corti dalla battitura costante, l'albero di cannella cassia può crescere completamente. Viene raccolto per la prima volta solo dopo quattro anni. I germogli da uno a due anni (ramoscelli) vengono tagliati e le foglie vengono rimosse. La corteccia viene poi separata a mano. Quindi la corteccia esterna e quella centrale vengono rimosse per raggiungere l'interno della corteccia, che è spessa solo un millimetro. Questa corteccia interna viene poi pelata. Si arriccia su se stessa. Dopo di che, i bastoncini arrotolati sono avvolti in tappetini e fermentati. I bastoncini di cannella vengono poi macinati in polvere e combinati con un po' di zenzero e liquirizia, e viene poi utilizzata per riempire le nostre solette alla cannella, infradito, ciabatte, sandali e scarpe da casa.


Avvertenza - Allergie e cannella durante la gravidanza
È noto da tempo che la cannella può causare allergie nelle persone sensibili. Durante la gravidanza, la cannella deve essere consumata con cautela, perché il suo olio può indurre il travaglio.